• porsche2
  • porsche3
  • porsche1

Evento Redbullring

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

(Fonte WIKIPEDIA) Il Red Bull Ring, precedentemente noto come Österreichring ed A1-Ring, è uno storico autodromo situato in Austria, nelle vicinanze di Spielberg bei Knittelfeld (in Stiria). L'impianto, per lunghi anni inattivo dopo aver subito negli anni novanta un costoso rinnovamento che ne aveva modificato il tracciato e il nome, è stato rammodernato e ha ripreso l'attività dalla stagione motoristica 2011: riaperto il 15 maggio 2011, conserva il disegno del tracciato introdotto nel 1996, quando l'autodromo fu ri-denominato A1-Ring. Questo tracciato sarà la tappa per la penultima gara del mono-marca Porsche targato SimLeague. Si parte come da rigoroso protocollo con una sessione di libere dove la temperatura ambiente è prossima ai 25 gradi ed il grip della pista in netto miglioramento, tracciato molto tecnico da interpretare con la massima attenzione, alcune curve in forte appoggio possono portare a spiacevoli conseguenze se affrontate con disattenzione. Trascorsi i 30 minuti previsti iniziamo già a vedere tempi interessanti con Nania in ottima forma che scende subito sotto il minuto e trenta, crono di tutto rispetto per questo tracciato. Si passa alle qualifiche, temperatura abbastanza simile al turno precedente e grip che si presenta da subito su buoni livelli. Tutti si giocano il tutto per tutto per cercare il miglior collocamento in griglia ed il risultato finale sarà il seguente, Minio 1.30.6xx che con un colpo di coda fa cadere Nania dal trono, cade però in piedi visto che in ogni caso conferma quasi il tempo delle libere cogliendo la seconda piazza a pochissimi millesimi, chiudono nello stesso secondo (30) in ordine di arrivo Mazzei e Boga, tutti compagni di merende e che merende vien da dire! Complimenti. Le procedure per la gara sprint sono quasi pronte ed il semaforo sta per accendersi, molto insidiosa la curva uno, il lungo serpentone dovrà essere abile a passare senza noie, arriva il via e si parte, sembra tutto filare liscio tranne qualche piccolo contatto che anima da subito un interessante e potenziale baggare nelle posizioni di testa, seconda curva, anch'essa da interpretare con molta attenzione, un contatto tra Banalotti e Biasso coinvolge la vettura di Cavenati che purtroppo dovrà ripartire dal fondo dello schieramento nonostante le ottime qualifiche disputate. Il gruppo di testa si allontana infliggendo un passo gara difficilissimo da tenere per gli avversari e che incrementerà con frequenza perfetta giro dopo giro creando di fatto un gap incolmabile per gli avversari che a fine gara ammonterà a ben 20 secondi. Alla fine delle 30 tornate i fantastici 4 chiudono in parata nell'ordine Minio Mazzei Nania Boga, per Minio dominio assoluto per tutte le 30 tornate giro veloce e pole position, agli avversari solo briciole. Si passa ora ad analizzare la gara endurance che si articolerà sui 90 minuti, griglia invertita ma povera di partecipanti, si registrano solo 15 Piloti in luogo degli oltre 20. Le procedure in ogni caso devono continuare ed arriva la luce verde dove fortunatamente tutto si svolge nel migliore dei modi e tutte le auto sfilano senza grossi problemi, 58 giri previsti ed un Roberto Boga in splendida forma che sfrutta subito l’ottima partenza per mantenere il comando per quasi tutta la gara cedendolo solo per 5 giri a Minio che purtroppo questa volta avrà diverse difficoltà con la zavorra accumulata. Alla bandiera a scacchi si presenterà al primo posta appunto Boga, autore anche del giro veloce in 1.31.281, al secondo posto Nania molto costante, sul gradino più basso Simone Minio autore in ogni caso di un ottima rimonta nel finale dopo essere precipitato sino alla settima posizione. Molto interessanti anche le sfide per le posizioni di rincalzo dove un nutrito gruppo di Piloti si sfidavano nell’ordine dei decimi e della strategia, elemento chiave anche in questa gara, alcuni hanno optato per una suddivisione quasi identica degli stint selezionando sempre gomme nuove, altri invece hanno preferito due stint lunghi con splash finale mantenendo le coperture usate, bene, questa seconda strategia, considerando un passo gara simile ha generato un vantaggio di quasi dieci secondi premiando così i Piloti che l’hanno opzionata. Ci si avvicina così all'ultima pista in programma e che chiuderà questo mono-marca estivo, non poteva che essere la migliore, a presto nel circuito di SPA francorchamps.

CLASSIFICHE

Risultati dal server

Aiuta SimLeague!

-

-

Powered by

channel.png
Racing server

channel.png
Staff
locked.png

channel.png
Chat Room
home.png

channel.png
VDA Team Racing
locked.png

channel.png
SPVS
locked.png

channel.png
Mivano
locked.png

channel.png
TPC Racing
locked.png

channel.png
GpTeam
locked.png