• WEC-Spa-2016-9
  • WEC-Davide-Rigon-Ferrari-488-GTE-Pro-2016
  • Start-1024x682
  • WEC TS050-HYBRID
  • news-Foto-2016-23-12-163113-gt-wec-bahrain
  • Ferrari-WEC-Silverstone-cover
  • gtwec-1440x950 c
  • ferrari-WEC-24heuresdumans-main
  • CkSjPPcVEAAjExh
  • b9f9addf-89ab-4736-9e6e-c8ed1e6a9ac4 teaser 720x406x2
  • 5965762f-6f59-40e2-bfbb-585d759e19e9 teaser 720x406x2
  • 57329b18d622baffb7a93614791df680
  • 6H-Spa-Francorchamps-Endurance-WEC-2016-05-3
  • 2013-WEC-6-Hours-of-Bahrain-Audi-446-960x480
  • 0Dagys -2014 314470

CANADA - Santacroce senza mezze misure o tutto o niente!

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

 

Eccoci alla tappa numero quattro SimLeague Endurance 90 nel di Montreal Canada, che a partire dal 1978 ospita il Gran Premio del Canada di Formula 1, che proprio quell'anno fu vinto dall'eroe locale Villeneuve a cui il circuito sarebbe stato intitolato poche settimane dopo la sua morte avvenuta nel 1982. Nel corso della sua storia più che trentennale, le modifiche al tracciato sono state relativamente poche: la pista non presenta curvoni veloci, ma una serie di "S" inframmezzate da tratti rettilinei. Per questo viene considerato un tracciato "stop and go", molto duro per i freni e sotto il profilo del consumo carburante. Dopo questa breve introduzione di contorno ci catapultiamo immediatamente nell’analisi delle Qualifiche, sessione molto movimentata con diversi protagonisti penalizzati da livelli massimi di B.O.P che sicuramente renderanno dura la vita in questa pista; la temperatura dell’asfalto è vicina ai 34 gradi quindi nessun dubbio, la gomma giusta è la soft, il grip, come sempre, si presenta inizialmente su livelli bassi, quindi difficile trovare feeling da subito, ma questo non sembra minimamente scalfire Santacroce che mette in chiaro il potenziale condito da molta voglia di riscatto per la tappa sfortunata di Imola, un mix esplosivo tanto quanto il suo crono 1.35.103 molto vicino al record del tracciato in SL sempre Suo e di solo due decimi inferiore. In seconda posizione troviamo  un ottimo Morandi che riesce ad esprimere finalmente in pieno il suo potenziale, chiude terzo De Fanti che porta la porsche 991R al miglior risultato stagionale in qualifica. Ora però inizia la gara ed è tutta una storia nuova da scrivere, partendo da un foglio quasi bianco. Giro di lancio regolare e senza nessun problema, semaforo verde! Tutto regolare nelle prime fasi, Santacroce e Morandi congelano dal primo giro le due posizioni di vertice che manterranno per tutta la gara, il primo con un passo inavvicinabile e senza minima sbavatura, il secondo, anch’esso su ottimi livelli ma con performance leggermente inferiore che rende difficile la chiusura del gap. Alle loro spalle sono De Fanti e Sofia che animano le battute iniziali, una staccata molto arrembante del secondo che si chiude con il contatto ai danni di De Fanti, contatto che inesorabilmente li farà scivolare verso il fondo della classifica. Anche nelle “retrovie” però non ci si risparmia, Giovannelli riesce da subito a concretizzare un’ottima condotta di gara recuperando ben 4 posizioni in meno di 16 giri arrivando siano al 4to posto ai danni di Giuttari con il quale lotterà in modo epocale anche nella fasi successive. Ortenzi guardingo e cauto si avvicina al pit con una condotta molto concreta, recuperando diverse posizioni e portandosi al momento in terza piazza nonostante le difficoltà di performance dovute dal massimo B.O.P. disponibile ed imbarcato, Francheschi e Rugo incappano in due errori distinti che vedono il secondo regalare spettacolo con un volo acrobatico in stile Hazard, due eventi sfortunati che però spalancano le porte a Biasso (unico pilota a montare gomme soft!?) per il 6to posto momentaneo protagonista con Vigni, in precedenza, di una lotta interessante dove la 488 si difendeva molto bene nei tratti veloci ma la R8 sembrava più agile nel misto nonostante entrambe le vetture siano ben farcite di B.O.P. solo una piccola incertezza di Vigni agevola il sorpasso di Biasso che chiude poi la porta nel tornantino di curva 10. Eccoci pronti alla sosta, difficile prevedere scelte particolari, la tendenza sembra essere la tradizionale, quindi due stint quasi simmetrici dove solo il leader ritarda l’ingresso per cercare, con successo, di coprire la posizione consolidando il gap dagli inseguitori. Le fasi finali di gara non regalano particolari emozioni, alcuni errori e scambi di posizione ci portano molto presto alla bandiera a scacchi dove Santacroce non regala nulla e fa bottino pieno, Pole giro veloce in gara e dominio assoluto per tutti i 90 minuti, alle sue spalle ottimo Morandi che, nonostante il brivido finale del Drive Thru comminato e scontato, riesce ad archiviare diversi eventi sfortunati che ne hanno penalizzato le performance nelle prime fasi di campionato.

Chiude il podio Giuttari autore di un ottima performance con la sua Ferrari 488 Gt3. Ci si presta ad una settimana di pausa per preparare la meglio l’impegnativa trasferta in terra francese dove la mitica pista di Le Mans sarà teatro per il giro di boa del campionato.

(Matteo Biasso)

CLASSIFICHE

Risultati dal server

Aiuta SimLeague!

-

-

Powered by

channel.png
Racing server

channel.png
Staff
locked.png

channel.png
Chat Room
home.png

channel.png
VDA Team Racing
locked.png

channel.png
SPVS
locked.png

channel.png
Mivano
locked.png

channel.png
TPC Racing
locked.png

channel.png
GpTeam
locked.png